Hai domande?
Messaggio inviato Chiudi

COME DIVENTARE

TELECRONISTA E RADIOCRONISTA
NEL CALCIO

INTRODUZIONE ALLA PROFESSIONE E AI CORSI DI TELERADIOCRONACA SPORTIVA

Il telecronista sportivo e il radiocronista sportivo sono due figure professionali che si occupano di commentare e narrare le partite di calcio in diretta. Tuttavia, esistono alcune differenze tra i due ruoli.

Il telecronista sportivo lavora principalmente per la televisione e commenta le partite di calcio attraverso le immagini che vengono trasmesse in diretta. La sua voce accompagna le azioni di gioco, descrivendo i movimenti dei giocatori, le azioni salienti, i gol e le emozioni del match. Inoltre, il telecronista può fornire analisi tattiche, statistiche e curiosità legate alla partita o ai giocatori coinvolti. Spesso, durante l’intervallo o alla fine della partita, il telecronista conduce anche delle interviste con allenatori o giocatori.

Il radiocronista sportivo, invece, lavora principalmente per la radio e ha il compito di narrare la partita di calcio attraverso la voce, senza l’ausilio delle immagini. Il radiocronista descrive con grande dettaglio le azioni di gioco, creando un’immagine verbale che permette agli ascoltatori di seguire il match come se fossero presenti allo stadio. Deve essere in grado di trasmettere l’atmosfera del momento, le emozioni del pubblico e la tensione presente in campo.

Entrambe le figure professionali, telecronista e radiocronista, devono avere una buona conoscenza del calcio, delle regole del gioco, delle squadre e dei giocatori coinvolti. Devono essere in grado di comunicare in modo chiaro, coinvolgente e appassionato, trasmettendo l’entusiasmo e l’emozione delle partite ai telespettatori o agli ascoltatori.

In generale, il ruolo del telecronista e del radiocronista sportivo nel calcio è quello di offrire un’esperienza coinvolgente e informativa durante le partite, permettendo al pubblico di vivere l’emozione del gioco anche da casa o in auto, attraverso i commenti e le descrizioni dettagliate degli eventi in campo.

QUANTO GUADAGNA

UN TELECRONISTA O UN RADIOCRONISTA SPORTIVO?

Il salario di un telecronista o di un radiocronista sportivo nel calcio può variare notevolmente in base a diversi fattori, come la fama e l’esperienza del professionista, la dimensione del network televisivo o radiofonico per cui lavora, il paese in cui opera e il livello delle competizioni di calcio che copre. Non esiste un importo fisso o standardizzato per questa professione.

Alcuni telecronisti o radiocronisti sportivi molto noti e affermati possono guadagnare cifre considerevoli, raggiungendo stipendi annuali che possono superare i 500.000 euro. Questi professionisti spesso lavorano per importanti emittenti televisive o radiofoniche a livello nazionale o internazionale e godono di un’ampia popolarità e visibilità.

Allo stesso tempo, ci sono telecronisti e radiocronisti sportivi meno noti o che lavorano per emittenti locali o di minori dimensioni, che possono percepire salari inferiori partendo da un minimo di circa 1.500 euro mensili netti. In generale, i guadagni dipendono dalla notorietà e dal prestigio del professionista, dalla sua capacità di negoziazione e dal successo della sua carriera.

È importante sottolineare che queste informazioni sono indicative e che i salari possono variare notevolmente da caso a caso. Inoltre, possono esserci differenze significative tra i paesi, poiché il mercato e le condizioni contrattuali possono essere molto diversi a livello internazionale.

COME DIVENTARE TELECRONISTA SPORTIVO O RADIOCRONISTA CALCISTICO

Per diventare telecronista sportivo o radiocronista calcistico, è necessario sviluppare una serie di competenze specifiche e acquisire esperienza nel settore. Ecco alcuni passi e suggerimenti che possono aiutarti a intraprendere questa carriera:

Puoi partire da una formazione accademica correlata, sebbene non esista un percorso di studio specifico per diventare telecronista o radiocronista sportivo, una laurea in giornalismo, comunicazione, media o discipline correlate può fornire una base solida per la tua carriera. Questi studi ti permetteranno di acquisire competenze di scrittura, comunicazione, ricerca e analisi che saranno utili nel tuo lavoro. E’ tuttavia importante crearsi una specializzazione sportiva, ovvero avere una conoscenza approfondita del calcio e dello sport in generale. Segui da vicino le partite, studia le regole del gioco, impara i nomi dei giocatori, le tattiche e le dinamiche delle squadre. Sarà fondamentale frequentare corsi specifici di giornalismo sportivo o di telecronaca e radiocronaca sportiva specifici sul mondo del calcio. Infatti se non hai una laurea attinente o possiedi solo un diploma non devi preoccuparti.

Non è certo richiesta la laurea per diventare telecronista o radiocronista di calcio!

Esistono ottimi corsi specifici di giornalismo sportivo, telecronaca e radiocronaca sportiva che si focalizzano sul settore calcistico, che non richiedono requisiti di entrata stringenti come titoli di studio per essere frequentati. La Scuola di Alta Formazione per il Calcio ELITE FOOTBALL CENTER, affiliata CSEN e riconosciuta dal CONI, ha sviluppato alcuni tra i percorsi specifici di maggior successo in Italia, che negli anni hanno formato e inserito nel mondo lavorativo tantissimi nomi noti del Giornalismo Sportivo italiano e telecronisti calcistici di prim’ordine. Qui puoi trovare le informazioni sul Corso di Alta Formazione in Telecronaca e Radiocronaca nel Calcio:

https://www.elitefootballcenter.com/prodotto/corso-di-alta-formazione-in-telecronaca-radiocronaca-nel-calcio/

che racchiude all’interno del corpo docente alcuni tra i telecronisti di Dazn e Sky Sport più noti e conosciuti. Tuttavia ricorda sempre che il telecronista e il radiocronista di calcio deve essere prima di tutto un giornalista per arrivare a fare carriera in tale ambito. Infatti senza una buona formazione in Giornalismo Sportivo le possibilità di emergere sono limitatissime, proprio perché i grandi broadcaster come radio e televisione nazionali e internazionali chiedono ai propri telecronisti di essere giornalisti iscritti all’Ordine e di avere il tesserino da giornalista pubblicista. Proprio per questa ragione abbiamo creato un MASTER in COMUNICAZIONE SPORTIVA, volto a dare una formazione specifica ed estesa tanto sulla figura del giornalista sportivo quanto su quelle del telecronista e del radiocronista sportivo nel calcio:

https://www.elitefootballcenter.com/master-in-comunicazione-sportiva/

che ti permetterà di formarti a 360° su tali professioni e ti permetterà di ottenere anche il tesserino da giornalista pubblicista così da essere pronto e in regola per venire assunto da un grande media nazionale e iniziare la tua carriera come telecronista o radiocronista di calcio.

Ma continuiamo con i consigli per intraprendere consapevolmente la tua formazione per diventare cronista calcistico. Sarà fondamentale che tu faccia la famosa gavetta che ti permetterà di avere tanta esperienza pratica. Cerca opportunità per mettere in pratica le tue competenze e ottenere esperienza sul campo. Potresti iniziare da piccole emittenti locali o stazioni radiofoniche, offrendo i tuoi servizi come commentatore volontario o stagista. Inizia a creare un portfolio di lavori che dimostri la tua capacità di narrare le partite e commentare gli eventi sportivi. Pratica la narrazione il più possibile, affina le tue abilità di storytelling e comunicazione. Puoi esercitarti commentando partite in diretta mentre le guardi in televisione o ascolti le trasmissioni radiofoniche. Cerca di migliorare la tua voce, il tono, l’intonazione e la capacità di trasmettere le emozioni del gioco.

Dovrai poi essere bravo a fare networking e a crearti una rete di contatti in tale ambiente professionale. Cerca di entrare in contatto con professionisti del settore, giornalisti sportivi, telecronisti o radiocronisti già affermati. Partecipa a eventi sportivi, conferenze o seminari dove potresti avere l’opportunità di incontrare persone influenti nel campo e creare connessioni che potrebbero aprire porte per la tua carriera.

Inoltre l’aggiornamento e la tua capacità di adattamento e resilienza saranno fondamentali. Il mondo del giornalismo sportivo è in continua evoluzione. Mantieniti aggiornato sulle nuove tecnologie e sulle tendenze nel settore. Sii disposto a imparare e adattarti ai cambiamenti, inclusi i nuovi formati di trasmissione, l’utilizzo dei social media e delle piattaforme digitali.

Ricorda che la strada per diventare telecronista o radiocronista sportivo di calcio può richiedere tempo e dedizione. È fondamentale acquisire esperienza pratica e sviluppare una propria identità professionale nel corso del tempo.

Ma ricorda, come condizione formale per arrivare nel calcio che conta devi ottenere il tesserino da giornalista pubblicista. Dopo un periodo di operatività presso una testata giornalistica registrata (cartacea o online) di circa 2 anni si può compilare la documentazione necessaria e presentare la domanda per ottenere il tanto agoniato tesserino da giornalista pubblicista, condizione formale per poter ufficialmente firmare un contratto da giornalista sportivo e di conseguenza da telecronista o radiocronista di calcio, attraverso il pagamento di alcune tasse e contributi. La tua domanda sarà esaminata dall’Ordine dei Giornalisti, che valuterà la tua idoneità e la conformità ai requisiti richiesti. Se la tua domanda viene approvata, riceverai il tesserino da giornalista pubblicista. I requisiti e i procedimenti possono variare leggermente da regione a regione ed è l’Ordine dei Giornalisti della propria Regione a stabilirli. Ma non preoccuparti, sarà la testata giornalista con la quale collabori a darti informazioni a riguardo, e a guidarti aiutandoti a svolgere questi iter burocratici.

La Scuola di Alta Formazione per il Calcio ELITE FOOTBALL CENTER, una volta terminati i percorsi di formazione indicati sopra per Giornalista Sportivo, Giornalista Calcistico e Telecronista o Radiocronista nel Calcio, attraverso una fitta rete di rapporti con media partner e testate giornalistiche sportive registrate da la possibilità ai propri studenti di ottenere il tesserino da Giornalista Pubblicista una volta terminate le lezioni.

In breve

il corso TELECRONACA E RADIOCRONACA CALCISTICA

OBIETTIVI

Il Corso di Alta Formazione in Telecronaca e Radiocronaca nel Calcio nasce proprio con l’esigenza di offrire ai professionisti del mondo della comunicazione e a tutti coloro che hanno intrapreso un percorso professionale o di studio in tale ambito un percorso di formazione mirato e altamente qualificante, attraverso un approccio pratico e orientato al “saper fare”, funzionalmente spendibile nel mercato del lavoro dell’industria calcistica attuale in contesti di radio e televisione.

SBOCCHI PROFESSIONALI

Il diplomato al Corso potrà utilizzare la professionalità acquisita, in maniera concreta e funzionale, all’interno di radio e televisioni locali e nazionali operando in qualità di speaker, telecronista, radiocronista, commentatore, giornalista sport specifico e opinionista.

CERTIFICAZIONI

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE della Scuola di Alta Formazione per il Calcio ELITE FOOTBALL CENTER, affiliata allo CSEN (ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI), in collaborazione con AS (primo quotidiano calcistico in Spagna), Calciomercato.it (primo sito web calcistico in Italia di Calciomercato), SportEconomy.it (portale di riferimento sportivo-commerciale e di marketing nel nostro Paese), Goalist (primo portale italiano dedicato alle statistiche e alle news sul Calcio, punto di riferimento per fantallenatori, scommettitori e appassionati) e SportFace (sito sportivo generalista leader per l’informazione dedicata a tutti gli sport olimpici) TESSERINO della Scuola di Alta Formazione per il Calcio ELITE FOOTBALL CENTER

Richiedi info sul corso